“Tutta colpa di New York” di Cassandra Rocca

La città più bella del mondo (New York City) e una storia d’amore straordinaria.

Il libro di Cassandra Rocca ci racconta di Clover, una ragazza di State Island (NY), oramai  rassegnata a vivere una vita “ordinaria” e senza tante emozioni. Clover lavora come personal shopper in un negozio chiamato “Giftland”, ha pochi amici (Liberty, Zoe ed Eric) con cui passa la gran parte della  giornata e un pessimo rapporto con la famiglia d’origine.

Dalla sua, la protagonista del romanzo ha una lingua tagliente e un carattere frizzantino che fanno capire, sin da subito, ai lettori che non può che essere destinata a qualcosa di molto speciale.

E così, aiutata dalla “magia” della vigilia di Natale, la nostra protagonista si imbatte in Cade, un famoso attore hollywoodiano che, intenzionato a staccare la spina da tutto e tutti (la vita frenetica e stressante di Hollywood e una ex ragazza capricciosa e molesta), si rifugia in una villetta messa a disposizione da un amico a State Island che, guarda un po’, si trova proprio di fronte alla casa di Clover.

Nonostante l’iniziale resistenza della ragazza tra i due si creerà un’intesa irresistibile, basata su condivisioni di momenti semplici, ma speciali (come la tradizionale ed emozionante accensione dell’albero di natale a Rockefeller center).

La realtà tornerà però a farsi sentire “durissima” con tutta la sua brutalità: un articolo di gossip che racconta della presunta storia d’amore tra l’attore di Hollywood e una ragazza newyorkese (per l’appunto Clover) e la “indelicata” pronta smentita dell’agente di Cade creeranno una distanza – apparentemente – incolmabile tra i due.

Ma quando il destino ha i suoi piani, nulla può fermarlo…

Cassandra Rocca ci racconta una “favola d’amore”  e lo fa facendoci affezionare talmente tanto a quella ragazza di State Island – pasticciona, burbera e, allo stesso tempo solitaria –  da renderci quasi impossibile posare il libro sul comodino.

Clover siamo un po’ tutti noi, ragazze e ragazzi, in un certo periodo o fase della nostra vita. Scontenti di qualcosa, un po’ inquieti e un po’ irritanti, sempre pronti a fare battutine e a lanciare frecciatine.

L’autrice ci ricorda però che, in qualsiasi momento della vita, quando meno ce lo aspettiamo, può accaderci qualcosa di straordinario…

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *