“La voce nascosta delle pietre” di Chiara Parenti

Il libro di Chiara Parenti è un romanzo che, per chi non conosce l’Autrice, nasconde un tesoro inaspettato.

Le sue pagine scorrono, una dopo l’altra, accompagnandoci nel mondo metafisico delle pietre, della loro bellezza e delle loro proprietà benefiche.

Per introdurci in questa dimensione meravigliosa, l’Autrice ci racconta la storia di una giovane ragazza, Luna, che, sin da piccola – accompagnata dalla figura di un uomo straordinario (suo nonno) – nutre la sua anima di sogni, di credenze e di una radiosa voglia di vivere. Luna è determinata a passare la sua vita in terre lontane, a contatto con la natura e le viscere della terra, alla ricerca di pietre preziose (acquamarina, avventurina, lapislazzuli, diamanti…).

L’amore per le pietre e la voglia di scoperta le ha ereditate dal nonno, un uomo profondamente convinto che le pietre abbiano dei poteri straordinari:

– le pietre, legate al collo o portate al polso, sono capaci di rimarginare le ferite emotive, di infondere coraggio, di calmare l’irrequietezza, di accompagnarti nei grandi cambiamenti di vita e molto altro (“l’agata infonde coraggio, l’acquamarina dona gioia e la giada diffonde pace e saggezza a chi la indossa“) le pietre hanno poteri straordinari e sono in grado di aiutare le persone, dice lui.

Così, il nonno, ogni volta che qualcuno entra nel suo antico negozio per comprare una pietra, gli regala un pò di sé, della sua conoscenza e del suo amore per le pietre scegliendo, di volta in volta, la pietra più adatta alla persona che si trova di fronte (“i diamanti nascono nelle viscere della terra e sono duri da scalfire).

Gli insegnamenti del nonno, l’affetto dei suo cari e la magia che gravita intorno alla sua vita fanno credere alla protagonista che tutto sia possibile.

Ma presto la vita sferza alla – oramai non più tanto piccola – Luna un colpo durissimo. E così tutte le sue credenze, il suo ardente ottimismo e fiducia nel futuro si spengono, sembrerebbe per sempre.

La discesa è brutta, ma la risalita è ancora più difficile. Sono anni duri, senza colori e in cui non c’è più spazio per la magia: “le pietre non aiutano le persone, sono solo sassi colorati! Affrontare un lungo viaggio per una terra lontana diventa pericoloso. Meglio condurre una vita ordinaria, ma tranquilla“.

La protagonista del romanzo scolorisce di fronte a tanto grigiore a cui si è ridotta la sua vita.

Ma la vita le mette sul piatto qualcosa che non può non vedere, che non può ignorare: l’Amore vero. E l’energia delle pietre fa sì che tutti i pezzi del puzzle tornino al loro posto, come tanti anni prima. Complice il nonno, Luna viene scossa talmente forte nelle fondamenta della sua anima, da non avere altra scelta che aprire gli occhi e svegliarsi, tornando a vedere il mondo con gli stessi occhi con cui lo vedeva un tempo.

La vita le offre una seconda occasione e lei, dopo una iniziale (quanto fastidiosa agli occhi del lettore) riluttanza, riemerge da quell’abisso in cui era sprofondata e lo fa in tutto il suo splendore, o forse anche di più. Questa è la vera Luna e niente e nessuno potrà più spegnerla.

Un libro straordinario e in cui il messaggio dell’Autrice fa riflettere e, al contempo, induce il lettore ad alzarsi in piedi a muoversi, per cercare quello che ciascuno di noi più desidera:

Correte, cadete, rialzatevi, e non abbiate paura di sporcarvi. I tesori più grandi sono ben nascosti, i diamanti affondano nel fango, ma non dovrete mai smettere di cercare! Cercate, cercate e, se non trovate quello che davvero volete, continuate a cercare ancoraNon arrendetevi, non è solo uno il sentiero che porta alla felicitàVoi seguite una strada che sia solo la vostra, seguite le pietre, loro vi indicheranno la via. E se vi perderete, vi riporteranno a casa”…

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *